(IN) Netweek

MILANO

Studio, lo Stato ha più debiti delle autonomie locali

Share

Al netto dei titoli pubblici, che emette per coprire il fabbisogno della Pubblica amministrazione, lo Stato centrale presenta un livello di indebitamento più che triplo rispetto a quello delle Amministrazioni locali (Regioni, Province e Comuni).

Senza il "costo" dei titoli di Stato, al 30 giugno 2014 il debito dell'amministrazione centrale ammontava a 257,8 miliardi di euro, mentre quello delle Regioni e degli enti locali era circa un terzo: precisamente pari a 81,6 miliardi di euro.

Gli enti territoriali meno indebitati sono le Province: al 30 giugno di quest'anno il loro indebitamento era di 5,4 miliardi di euro (pari al 1,6% del debito totale al netto dei titoli pubblici): seguono gli altri enti (Asl, Università, Comunità montane e Camere di Commercio), con un importo di 14,5 miliardi di euro (4,3% del totale).

Le Regioni, spesso vituperate per gli scandali emersi in questi ultimi anni, presentavano un livello di indebitamento abbastanza contenuto: 23,4 miliardi di euro ( 6,9% del totale).

I Comuni, infine, sono i più "spendaccioni": l'ammontare del debito ha raggiunto quota 38,2 miliardi di euro (11,3% del totale).

Leggi tutte le notizie su "Milano"
Edizione digitale

Autore:pdn

Pubblicato il: 06 Settembre 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.