(IN) Netweek

MILANO

Lavoro, cresce il tasso d'irregolarità  nelle imprese lombarde

Share

E' pari al 60,65% il tasso di irregolarità delle imprese lombarde. Nelle 13.741 aziende ispezionate sono oltre 13.364 i lavoratori irregolari, 3.897 quelli "in nero". Un dato che rischia di rivelarsi ancora più alto a fine 2014. E' quanto emerge dall'ultimo rapporto della Commissione regionale di coordinamento dell'attività di vigilanza, relativo al 2013 e ai primi mesi del 2014.

Due le fonti di maggiore preoccupazione per la Cisl lombarda: la consistente e progressiva riduzione del personale ispettivo concretamente impiegato in attività di vigilanza, sceso da 397 ispettori del 2012 ai 353 (-11,08%) dell'anno scorso, e il ricorso ancora notevole a contratti di lavoro non conformi alla legge. Non si è fermato il ricorso a forme di precariato sistematico e al lavoro nero, che si attesta su numeri assoluti di rilievo: un tasso di irregolarità del 64%, in crescita rispetto all'anno scorso.

Leggi tutte le notizie su "Milano"
Edizione digitale

Autore:pdn

Pubblicato il: 09 Luglio 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.