(IN) Netweek

MILANO

In Italia la disoccupazione sfiora il 13% e dal 2007 volatilizzati circa 15 punti di Pil

Share

Allarmanti i dati Ocse sulla occupazione. In Italia la disoccupazione sfiora il 13%, infatti quest'anno è al 12,9% nel quarto trimestre, in aumento dal 12,6% della fine del 2013. La classifica impietosa mette l'Italia al quinto posto tra i 34 Paesi Ocse, al 27,1% la Grecia, al 25% la Spagna, al 15% il Portogallo e al 13,7% la Repubblica Slovacca.

Il 2014 doveva essere l'anno del nuovo inizio. Di sicuro è l'anno in cui ci si è fermati sull'orlo del baratro. Dal 2007 a oggi si sono volatilizzati circa 15 punti di Pil ovvero 230 miliardi di euro. E ciascun italiano ha visto ridursi nello stesso periodo di 2700 euro a testa il reddito disponibile.

Il 77% degli italiani rispetto al 43% media europea dà un giudizio pessimo sulla qualità della vita nel proprio Paese e se si chiede un giudizio sullo stato dell'economia la percentuale dei negativi raggiunge il tetto del 91%, la fiducia dopo un timido rialzo sembra di nuovo volgere al peggio.

Gli italiani continuano però a mostrare insospettabili capacità di adattamento. Dopo anni di calo, hanno ripreso a risparmiare (1,7% la maggiore quota di reddito risparmiato nell'ultimo biennio) e il 41% de gli italiani dichiara di destinare al risparmio il denaro disponibile dopo aver soddisfatto bisogni essenziali.

Leggi tutte le notizie su "Milano"
Edizione digitale

Autore:pdn

Pubblicato il: 03 Settembre 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.